Servizio clienti +39.050.574060
Reso semplice e veloce
Pagamento sicuro
Spedizione gratuita sopra i 100€.

Maria Montessori

Maria Montessori.

L’aspetto interessante delle nostre radici pedagogiche

“L’osservazione scientifica ha inoltre stabilito che la vera educazione non è quella impartita dal maestro: l’educazione è un processo naturale che si svolge spontaneamente nell’individuo, e si acquisisce non ascoltando le parole degli altri, ma mediante l’esperienza diretta del mondo circostante. Il compito del maestro sarà dunque di preparare una serie di spunti e incentivi all’attività culturale, distribuiti in un ambiente espressamente preparato, per poi astenersi da ogni intervento troppo diretto e invadente. I maestri umani non possono fare altro che aiutare la grande opera mentre si compie sotto i loro occhi, come i servi aiutano il padrone. Così facendo, assisteranno allo sviluppo dell’anima umana e alla comparsa dell’Uomo Nuovo, che non sarà più la vittima degli avvenimenti, ma avrà la chiarezza di visione necessaria per dirigere e plasmare il futuro della società.”

dr Maria Montessori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maria Montessori è nota universalmente per essere stata la creatrice della Casa dei Bambini, la scienziata dedita all’infanzia e allo sviluppo delle capacità cognitive del bambino.

Spesso definita semplicemente “pedagogista”, Montessori fu oltre a questo una ricercatrice scientifica di infinito spessore, capace di dare con le sue ricerche un contributo di grande valore sulla teoria dell’uomo. Fu la prima grande teorica convinta della trasformazione psichica dell’essere umano, capace di svincolarsi dal totale assoggettamento alle leggi dell’ereditarietà e di sviluppare attivamente il suo io più autentico.

“…l’ereditarietà non è determinismo, poiché nell’uomo lo sviluppo è un atto creativo, costruttivo (…), il risultato dell’attività che gli esseri umani  esercitano sull’ambiente, e non l’esito di una semplice maturazione bio-psichica.” (Comberiati, 1997).

La pedagogia per Montessori deve necessariamente essere costruita su una base metodologica che ha l’osservazione obbiettiva del soggetto come strumento principale di ricerca.

Un’osservazione scientifica che colga gli elementi salienti dello sviluppo degli esseri umani, che avviene in un misurato equilibrio tra elementi materiali, psichici e ambientali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non c’è niente da fare: la trasformazione implica studio e ricerca.

Per questo è stato necessario che Flowerssori partisse dagli stessi elementi di base: solo così si poteva pensare di trasformare le proposte esistenti sul mercato e l’atteggiamento di progettazione scolastica generalizzato in un’alternativa efficace e centrata.

Maria Montessori ci ha ispirato in questi cinque anni di ricerca con i suoi testi e i suoi pensieri, ma soprattutto con i suoi fatti: non solo la psichiatra che studiava i bambini con prassi scientifica, valutando i loro comportamenti, ma anche la prima ispiratrice di un asilo aziendale (Germania, anni ’20).

Montessori ha dato vita ad un movimento capace di superare ogni barriera culturale e fisica (il metodo è diffusamente praticato dagli Stati Uniti, all’Asia, all’Oceania), scrivendo testi anche oggi di straordinaria attualità, come il suo notissimo “Educazione e pace”.

Una donna forte, colta ed  interessante, che ha messo in campo una vera e propria rivoluzione pedagogica e filosofica. Tutto questo, assorbendo le energie, i pensieri e le tendenze dell’Europa di fine Ottocento e inizi Novecento e viaggiando in tutto il mondo.

Insomma, un esempio di incredibile fascino!